Etichettatura nutrizionale – aggiornamento sulla disciplina del Regolamento UE n. 1169/2011

Etichettatura nutrizionale – aggiornamento sulla disciplina del Regolamento UE n. 1169/2011

Sono state recentemente fornite  indicazioni in materia di informazioni sugli alimenti ai consumatori ed in particolare sul tema dell’etichettatura nutrizionale. Si ricorda, infatti, che il 13 dicembre p.v. entrerà in vigore l’art. 9, comma 1 lett. l) del Regolamento UE n. 1169/2011 che, tra le informazioni obbligatorie sul prodotto, prevede l’indicazione di una dichiarazione nutrizionale.

La norma, che ad oggi riguarda esclusivamente i prodotti confezionati, non incide su quanto già disciplinato per i prodotti non preconfezionati (cioè oggetto di somministrazione), per i quali – come noto – è prevista solo l’indicazione degli allergeni, e sembra non toccare neanche la disciplina per i prodotti di gastronomia, pasticceria, gelateria e panetteria venduti sfusi (art. 16, comma 3 D.Lgs. 109/1992) per i quali è prevista l’indicazione di tutti gli ingredienti.

Lo stesso Regolamento n. 1169 all’art. 16 prevede delle deroghe all’indicazione delle valori nutrizionali, in particolare prevede l’esclusione da tale obbligo per “gli alimenti, anche confezionati in maniera artigianale, forniti direttamente dal fabbricante di piccole quantità di prodotti al consumatore finale o a strutture locali di vendita al dettaglio che forniscono direttamente al consumatore finale”.

I Ministeri dello Sviluppo Economico e della Salute stanno lavorando ad una circolare che chiarisca la portata di tale deroga seguendo anche le Linee Guida applicative del 2010 relative al Reg. UE 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari e del Reg. UE 853/2004 sull’igiene per gli alimenti di origine animale.

Categorie: Imprese