DICHIARAZIONI DI SUCCESSIONE

Ritorna alla homepage

Confcommercio – Ascom Imola propone un servizio di assistenza per la compilazione delle dichiarazioni di successione e per la gestione dei relativi adempimenti e formalità previsti dalla legge.

IL SERVIZIO COMPRENDE

Assistenza e informazioni per reperire la documentazione necessaria;
Compilazione della dichiarazione di successione;
Presentazione della dichiarazione da parte degli eredi o legatari all’Ufficio delle Entrate
   entro il limite di un anno dalla data del decesso;
Gestione delle pratiche catastali (richiesta di certificati catastali, compilazione e
   presentazione delle volture catastali);
Calcolo delle imposte di successione;
Compilazione del prospetto di autoliquidazione e delle deleghe di pagamento delle
   imposte di successione;
Risposta alle problematiche previdenziali di reversibilità in collaborazione con il Patronato Enasco*.

Documenti necessari all’apertura della pratica

Estratto riassunto dell’atto di morte del defunto;
• Estratto di matrimonio del defunto se coniugato alla data della morte;
• Stato di famiglia del defunto al momento del decesso (in carta semplice);
• Stati di famiglia degli eredi (in carta semplice);
• Codice fiscale e documento di identità del defunto e degli eredi;
• Copia conforme dell’eventuale testamento pubblicato dal notaio;
• Valutazione sulla eventuale rinuncia all’eredità;
• Copia degli atti notarili relativi ai beni mobili posseduti dal defunto;
• Copia degli atti notarili relativi a donazioni/vendite stipulate dal defunto
   nell’arco della vita;
• Documentazione relativa alle eventuali variazioni catastali dei fabbricati presentate (mod. di variazione e planimetrie);
• Per i terreni: certificato di destinazione urbanistica da richiedere all’ufficio tecnico del comune di appartenenza;
• Per i conti correnti bancari o postali: dichiarazione della banca/posta del saldo e interessi alla data del decesso;
• Per azioni, titoli: certificazioni della banca; attestazioni relative a partecipazioni societarie;
• Dichiarazione prima casa per l’applicazione delle imposte ridotte;
• Dichiarazione di altre somme maturate non riscosse;
• Fattura delle spese funebri;
• Spese mediche sostenute dal defunto negli ultimi 6 mesi di vita;
• Mutui ipotecari: certificato bancario relativo al debito alla data del decesso e contratto di stipula mutuo.