E-BONUS: credito d’imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi – 22 giugno apertura accesso per la compilazione dell’istanza e dell’attestazione

E-BONUS: credito d’imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi – 22 giugno apertura accesso per la compilazione dell’istanza e dell’attestazione

Si ricorda che chi fosse interessato a partecipare al credito d’imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi che lunedì 22 giungo sarà aperto il portale per accedere alla compilazione dell’istanza e dell’attestazione pertanto chi fosse interessato potrà contattare i nostri UFFICI (0542 619.623) per predisporre la documentazione da inviare nel Click Day previsto per LUNEDì 13 luglio.

Si ricorda che gli esercizi ricettivi e alle agenzie di viaggi e tour operator è riconosciuto, per gli anni 2014, 2015 e 2016 un credito d’imposta del 30% dei costi sostenuti per gli investimenti e attività di sviluppo sotto riportate.

 

SOGGETTI BENERFICIARI:

Esercizio ricettivo singolo quali:

1) struttura alberghiera composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono strutture alberghiere gli alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere,gli alberghi diffusi, i condhotel e i marina resort;

2) struttura extra-alberghiera: affittacamere; ostelli per la gioventu'; case e appartamenti per vacanze; residence; case per ferie; bed and breakfast; rifugi montani, nonche’ le strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali;

 

Esercizio ricettivo aggregato con servizi extra-ricettivi o ancillari», si intende l’aggregazione, nella forma del consorzio, delle reti d’impresa, delle ATI e organismi o enti similari, di un esercizio ricettivo singolo con soggetti che forniscano servizi accessori alla ricettivita’, quali ristorazione, trasporto, prenotazione, promozione, commercializzazione, accoglienza turistica e attivita’ analoghe;

 

Agenzie di viaggio e Tour operator

 

Le SPESE che si possono includere nel credito d’imposta sono:

  1. a) spese per impianti wi-fi, eleggibili a condizione che l’esercizio ricettivo  metta a disposizione dei propri clienti un servizio gratuito di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download:

– acquisto e installazione di modem/router;

– dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale).

 

  1. b) spese per siti web ottimizzati per il sistema mobile: acquisto di software e applicazioni.

 

  1. c) spese per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purchè in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione tra servizi ricettivi ed extra-ricettivi:

– acquisto software;

– acquisto hardware (server, hard disk).

 

  1. d) spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio:

– contratto di fornitura spazi web e pubblicità on-line.

 

  1. e) spese per servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale:

– contratto di fornitura di prestazioni e di servizi.

 

  1. f) spese per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità:

– contratto di fornitura di prestazioni e di servizi;

– acquisto di software.

 

  1. g) spese per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente:

– contratto di fornitura di prestazioni e di servizi (docenze e tutoraggio).

 

Ogni voce di spesa è eleggibile nella misura del 100%. L’importo totale delle spese eleggibili è, sempre, limitato alla somma di 41.666 euro per ciascun soggetto ammesso al beneficio, che potrà usufruire di un credito d’imposta complessivo massimo di 12.500 euro.

 

Per le spese sostenute invece nel 2015 e nel 2016, le istanze di accesso al credito di imposta dovranno essere inviate dal 1° gennaio al 28 febbraio, rispettivamente, del 2016 e del 2017.

 

Categorie: Bandi e contributi